Posted by on 11 Lug 2017 in

Pietro Zinni, nella sala colloqui del carcere, dice alla sua compagna Giulia di avere un piano: scatenare una rissa nella mensa dell’istituto dove risulterà colpevole. Tornando nella sua cella viene però fermato e minacciato da un misterioso individuo.

Un anno e mezzo prima, Alberto Petrelli della banda dei ricercatori ha un incidente con la sua automobile: sotto l’effetto degli stupefacenti, volge lo sguardo fuori dal finestrino e nota un furgone che trasporta un cromatografo. Si distrae così dalla traiettoria e va a sbattere.

Poco dopo essere stato portato in commissariato, Alberto viene avvicinato dall’ispettrice Paola Coletti, intenzionata a proporre un affare a lui e alla sua banda. Poco dopo avvengono i fatti che riguardano la banda dei ricercatori e “Il Murena”, con la condanna del boss a reclusione a seguito dell’incastro ordito da loro. Nulla va però come dovrebbe andare.